L’Ing. Alfonso Cestari patron della Winfly e “gran ciambellano” dell’avio-superficie Mattei di Pisticci Scalo, ha reagito in maniera scomposta al nostro articolo relativo alla VIA richiesta dal CSI di Matera per l’adeguamento ad aeroporto nazionale per la pista Mattei. Dopo aver rispolverato una notizia assodata da anni, e basandoci come sempre su dati ufficiali od oggettivi, l’Ing. Cestari ha risposto al nostro articolo con offese, minacce ed insinuazioni evitando di entrare nel merito dei fatti da noi esposti. Vi riportiamo alcune delle affermazioni dell’Ing. Cestari allegandovi le foto dei post.

wp_20170103_08_51_05_pro

Le frasi dell’ingegnere internazionale – “…la smetta di tentare di denigrare altrimenti ne paghera’ le conseguenze… – ma lei e’ un vigliacco, preferisce lanciare accuse da dietro una scrivania – … le consiglio di ” cercarsi un lavoro serio , anche da noi puo’ mandare il curriculum” trovera’ l’attenzione che diamo a tutti – … le ribadisco offro anche a lei la possibilita’ di lavorare per queste iniziative in modo serio e costruttivo, metta la sua energia positiva se la tiene per dare un contributo – … mi fara’ ribadire che il suo comportamento e’ da vigliacco e saro’ io a procedere nei suoi riguardi. “

wp_20170103_12_25_37_pro

E l’ing. Cestari ci dice qualcosa in più sul progetto aeroportuale: -… verifichi bene quanti soldi la regione mi ha dato, i proclami che fanno non mi interessano ,verifichi i bilanci chieda pubblicamente se i 2 milioni li hanno versati a winfly , chieda perche’ nonostante li abbiano previsti in finanziaria non sono stati mai erogati , ad oggi i soldi investiti sono solo i miei , poi io ho sempre realizzato i miei sogni perche’ sono impegnato quotidianamente a lavorare per dare concretezza ai progetti , non sono un buono a nulla come lei … – Altrimenti morira’ a furia di scrivere illazioni non avra’ dato un benche’ minimo contributo alla societa’. –  … E per favore non faccia piu’ illazioni sul mio conto senza essere sicuro di quanto afferma altrimenti ne paghera’ ogni conseguenza. – “

l'Ing.
L’ingegnere Cestari

Che dire? La garbatezza dell’Ing. Cestari rispecchia la fattibilità e l’utilità del suo progetto imprenditoriale, e cogliamo l’occasione per chiedere ad un altro grande imprenditore della zona (oggi assessore regionale ai trasporti, Nicola Benedetto, che nella compagine aeroportuale della Pista Mattei voleva entrare anni fa con la AIR LUCANIA, impresa che ad oggi pare avere solo il sito web ma all’epoca l’attuale assessore Benedetto era socio) se corrispondano al vero le accuse dell’Ing. Cestari. Chi meglio di Benedetto può rispondere visto che da anni l’assessore è interessato a fare affari sulla pista Mattei, infatti nel pdf sotto allegato troverete le sue 3400 azioni come ex-socio della Air lucania. Quale gioco c’è dietro tra i soldi annunciati in finanziaria regionale e le lamentele di Cestari?

La nostra associazione, Cova Contro, è più sicura che mai che il progetto aeroportuale pisticcese nel complesso sia gestito da una “CUPOLA” come scrivemmo già nel 2014: ossia da una coesa e chiusa cordata politico-imprenditoriale-amministrativa che con soldi pubblici e giochi di palazzo, vuole portare un’infrastruttura inutile in un’area fortemente inquinata, ad uso e consumo dell’ENI e dei suoi interessi africani, anzi nord-africani: Africa che vedete in bella mostra in un ottimo e recente servizio di TRM, nel quale l’Africa campeggia dietro il tavolo dei relatori proprio durante un incontro alla pista Mattei il mese scorso. Continua a preoccuparci vedere l’unico sindaco 5 stelle lucano seduto sempre più affianco dei soliti volti del potere lucano, in assonanza con loro, piuttosto che con associazioni e cittadini a fare vera opposizione al sistema PD. Addirittura nel servizio di TRM vedrete l’assessore al bilancio del comune di Salerno, Roberto De Luca, figlio dello “sceriffo delle fritture di pesce”, Vincenzo De Luca, intervenire a Pisticci.

De Luca in piedi, e poi Braia, Cestari, De Ruggieri, Verri etc.
De Luca in piedi, e poi Braia, Cestari, De Ruggieri, Verri ed altri: fonte pagina FB aeroporto Mattei

Il Sindaco Verri deve fare il sindaco 5 stelle, e deve agire concretamente per fermare un finto progetto aeroportuale installato su un concreto ed irrisolto problema ambientale: assurdo che nessuno degli intervistati da TRM (e neanche degli intervistatori) si sia chiesto se sia opportuno e dignitoso far atterrare i passeggeri a fianco a Tecnoparco! Il tutto con gli ufficiali delle forze dell’ordine e dell’Arma seduti in prima fila ad ammirare le gesta delle politica che ne decide carriere, trasferimenti ed altro.